Informazioni su e-OpenSpace

Il progetto mira alla creazione di un partenariato strategico sostenibile e a lungo termine tra le autorità nazionali di controllo, il mondo accademico e le organizzazioni della società civile per la fornitura di conoscenze e lo sviluppo di competenze relative alla privacy e alla protezione dei dati personali. Al fine di ottenere un impatto maggiore ed evitare sovrapposizioni con altre attività in questo settore, come l’educazione digitale e alla privacy per i bambini, i risultati del progetto sono focalizzati sulla promozione dell’apprendimento digitale non formale e della consapevolezza sulla privacy e sulla protezione dei dati personali per gli adulti, dipendenti pubblici e professionisti. L’ambiente digitale contemporaneo richiede nuovi approcci per la comunicazione tra le autorità di protezione dei dati, il mondo accademico e la società. Inoltre, l’istruzione e la formazione non formale si sono già dimostrate strumenti efficaci con potenzialità di moltiplicazione delle conoscenze acquisite.

Il progetto fornisce una piattaforma di strumenti basata sul web per call conference e apprendimento digitale non formale, sviluppando un nuovo ambiente di comunicazione tra le autorità di protezione dei dati e i cittadini dell’UE. Sulla base del fatto che oggi la maggior parte dei cittadini sono utenti attivi di Internet, il progetto fornisce contenuti di formazione adattati specificamente alle loro esigenze nell’era digitale. La piattaforma garantisce l’accesso illimitato a tutti i materiali di apprendimento, inclusi video registrati o sessioni di apprendimento in tempo reale.

General Data Protection Regulation in the European Union concept,  3D rendering

Nell’attuazione delle attività del progetto, il consorzio del progetto mira a creare opportunità per un ulteriore tipo di istruzione nel campo dei dati personali e della protezione della privacy: un breve apprendimento digitale non formale. Questi curricula di e-learning sono più brevi ma allo stesso tempo con contenuti più mirati, che coprono i vari aspetti della privacy e della protezione dei dati personali e sono accessibili da qualsiasi luogo. Nel frattempo, i formatori DPA già preparati ed esperti arricchiscono le capacità dei gruppi target con nuove competenze per fornire contenuti di e-learning, anche in un ambiente transnazionale transnazionale.

Il progetto mira a fornire un modo innovativo di condurre l’apprendimento digitale non formale basato sulla sinergia tra i DPA, che di norma hanno le informazioni più complete sulla protezione dei dati e le università con la loro vasta esperienza nel fornire istruzione agli adulti. Inoltre, la partecipazione di un’organizzazione non governativa con comprovata esperienza nella diffusione di misure di sensibilizzazione garantisce la convalida del contenuto di apprendimento in linea con le effettive esigenze della società civile. La piattaforma e-OpenSpace offre la possibilità di comunicare direttamente tra le parti interessate indipendentemente dalla distanza o dai confini nazionali.

Inoltre, l’apprendimento digitale non formale sulla privacy e sulla protezione dei dati personali aiuta il principale gruppo target – adulti in età attiva di lavoro – ad essere meglio equipaggiato con le conoscenze e le competenze per l’era digitale, in linea con la “Nuova agenda per le competenze per l’Europa” “Presentato dalla Commissione europea nel giugno 2016. In definitiva, i risultati del progetto li aiutano a beneficiare dei vantaggi del prossimo mercato unico digitale dell’UE, che dovrebbe generare oltre 415 miliardi di euro all’anno.

Il progetto “e-OpenSpace” è stato appositamente progettato per essere una soluzione efficace per la cooperazione transnazionale strategica per garantire la sicurezza e il libero flusso di dati personali nell’UE, fornendo uno spazio unico alle autorità nazionali di sicurezza per svolgere i loro compiti nel settore della formazione, in conformità con il nuovo quadro giuridico. L’obiettivo principale del progetto proposto è promuovere l’apprendimento e la consapevolezza digitali non formali nel campo della privacy e della protezione dei dati personali. Tutti i partecipanti – autorità per la protezione dei dati, istituti di istruzione superiore e ONG, uniscono i loro sforzi in gruppo. L’obiettivo del progetto si abbina perfettamente agli obiettivi e alle priorità principali di Erasmus +, come KA2 incentrato sullo scambio di conoscenze e sull’insegnamento e l’apprendimento multidisciplinare tra istituti di istruzione superiore, DPA e organizzazioni senza scopo di lucro, in particolare preposizione di un approccio innovativo per rafforzare l’istruzione e percorsi formativi attraverso il miglioramento dell’integrazione digitale e un maggiore grado di coerenza tra i diversi strumenti di istruzione nazionali e dell’UE. I partner del progetto cercano modi di apprendimento flessibili per integrare le conoscenze pratiche e teoriche per fornire competenze nel campo della protezione dei dati e la promozione di un approccio comune e sinergie tra gli Stati membri dell’UE nella realizzazione di iniziative di formazione e sensibilizzazione. Il principale strumento pratico per raggiungere questo obiettivo è lo sviluppo di una soluzione web per fornire un ambiente di cooperazione e apprendimento digitale non formale aperto, innovativo e inclusivo.

La proposta di progetto mira a implementare un approccio innovativo allo sviluppo di un partenariato strategico sostenibile tra le autorità di protezione dei dati, il mondo accademico e il settore non governativo nel fornire apprendimento digitale non formale a breve termine. Il progetto è il primo nel suo genere unificando DPA, università e settore non governativo di 4 (quattro) Stati membri dell’UE – Italia, Polonia, Bulgaria e Croazia. È un progetto intersettoriale mirato alla politica orizzontale di protezione dei dati personali. Il numero e il tipo di partner del progetto sono stati attentamente studiati. Il consorzio del progetto è stato creato con precisione per coprire tutti gli aspetti della protezione dei dati. L’inclusione di 3 diversi DPA è fondamentale per raccogliere e sintetizzare tutti i punti di vista considerando la protezione dei dati al fine di esaminare e raggiungere tutte le possibili soluzioni e contenuti formativi nel rispetto delle prassi legali e amministrative nazionali e nel rispetto del nuovo quadro giuridico dell’UE sulla protezione dei dati . Gli esperti legali, informatici, di formazione e di cooperazione internazionale delle autorità di protezione dei dati partecipanti hanno esplorato tutti gli aspetti relativi alla sensibilizzazione e alla formazione nel campo della protezione dei dati personali nell’UE. L’inclusione di due università ha assicurato l’applicazione della metodologia educativa più aggiornata, la valutazione dei bisogni e un collegamento diretto con i gruppi target. Ultimo ma non meno importante, un’organizzazione non governativa ha contribuito con la sua esperienza e l’apprendimento della valutazione dei contenuti.

Una rete di DPA sarà un altro importante risultato del progetto. Tutti i risultati del progetto elencati di seguito saranno progettati per incoraggiare l’inclusione di altri DPA al di fuori del consorzio del progetto. La rete raggiungerà il grande pubblico in diversi modi: pratica DPA, media, brochure, eventi moltiplicatori, ecc. Il ruolo delle università non sarà solo trasmettere i messaggi della futura rete per lo scambio di pratiche sul campo, ma anche arricchire con punti di vista aggiuntivi. Le università saranno in grado di utilizzare contenuti di formazione elaborati in alcuni dei loro corsi. Di conseguenza, la conoscenza della privacy e della protezione dei dati personali diventerà popolare e accessibile. In questo modo attirando organizzazioni del settore delle ONG, tutti i principali attori saranno inclusi nella rete.

Un modello per lo scambio civico di contenuti sull’apprendimento digitale non formale è stato implementato come primo passo per uno scambio più stretto di dati tra DPA.

Inoltre, la stretta connessione tra le autorità di protezione dei dati e tra le autorità di protezione dei dati e gli accademici, nonché il settore delle Organizzazioni non governative, è stata costruita come il primo passo per la divulgazione del responsabile della protezione dei dati – posizione lavorativa stabilita dalla nuova legislazione dell’UE in materia di privacy e protezione dei dati personali. Il progetto ha fornito buone pratiche per la cooperazione e la collaborazione sostenibili tra loro.

È stato proposto un approccio proattivo e inclusivo per attirare i responsabili del trattamento dei dati incentrato sulla protezione dei dati personali. L’approccio è un processo: fasi consecutive che possono essere applicate in altre aree della conoscenza.

Un ulteriore risultato è stato ricercato attraverso l’approccio strutturato per il trasferimento di conoscenze e competenze specifiche per la privacy e la protezione dei dati personali, possedute dalle autorità di protezione dei dati, al pubblico e ai professionisti della privacy. L’argomento sta acquisendo slancio e importanza essenziale a causa dello sviluppo tecnologico, ma attualmente ci sono pochissimi fornitori di materiale didattico rilevante.

Una rete di DPA è un altro importante risultato del progetto. La rete raggiunge il pubblico in diversi modi: pratica DPA, media, brochure, eventi moltiplicatori, ecc. Il ruolo delle università non era solo trasmettere i messaggi della futura rete per lo scambio di pratiche sul campo, ma anche aggiungere valore a loro con punti di vista aggiuntivi. Le università sono in grado di utilizzare contenuti di formazione elaborati in alcuni dei loro corsi. Di conseguenza, la conoscenza della privacy e della protezione dei dati personali è diventata popolare e accessibile. Attirando organizzazioni del settore delle ONG, tutti i principali attori sono inclusi nella rete.

Durata: 24 mesi
Periodo: 1 settembre 2017-31 agosto 2019

Partenariati strategici per l’educazione degli adulti

Azione chiave: Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche

Il programma in breve:Erasmus+ è il programma dell’UE per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport in Europa. Fino al 2020, il programma Erasmus+ offre opportunità non soltanto agli studenti. Sintesi di sette programmi precedenti, si rivolge ad un vasto spettro di persone e organizzazioni. Il programma Erasmus+ si propone di contribuire alla strategia Europa 2020 per la crescita, l’occupazione, l’equità sociale e l’integrazione, nonché ai traguardi di ET2020, il quadro strategico dell’UE per l’istruzione e la formazione. Il programma intende inoltre promuovere lo sviluppo sostenibile dei suoi partner nel campo dell’istruzione superiore e contribuire al conseguimento degli obiettivi della strategia dell’UE per la gioventù.

Fra i temi specifici affrontati dal programma:

• Ridurre la disoccupazione, specie tra I giovani
• Promuovere l’istruzione degli adulti, in particolare per quanto riguarda le nuove competenze e le abilità richieste dal mercato del lavoro
• Incoraggiare i giovani a partecipare alla vita democratica in Europa
• Sostenere l’innovazione, la collaborazione e le riforme
• Ridurre l’abbandono scolastico
• Promuovere la collaborazione e la mobilità con i paesi partner dell’UE

Informazioni dettagliate su queste opportunità, inclusi i criteri di ammissibilità, sono disponibili sul sito web del programma Erasmus +.