Risorse didattiche aperte per l’apprendimento non formale della protezione dei dati digitali

Il modulo mira a introdurre i tirocinanti nel più ampio contesto delle pratiche di “Protezione dei dati personali”. Questa nozione etichettata anche come “il diritto alla privacy” risale al XIX secolo quando il “diritto di essere lasciato solo” fu introdotto dagli americani Louis Brandeis e dal suo coautore Samuel Warren nel loro articolo per l’edizione del 1890 la revisione della legge di Harvard[1]. La fine del secondo millennio è stata caratterizzata da sviluppi rivoluzionari nelle tecnologie dell’informazione, parallelamente all’emergenza di nuove minacce alla sicurezza. La necessità di trovare un equilibrio tra privacy e sicurezza è diventata più imminente.

[1] Warren, S. e Brandeis, L., 1890. Il diritto alla privacy. Harvard Law Review, vol. IV 15 dicembre 1890 n. 5

Come lo gestiscono i paesi di tutto il mondo? (Protezione dei dati al di fuori dell UE)

1
Come lo gestiscono i paesi di tutto il mondo? (Protezione dei dati al di fuori dell UE)
2
Gli Stati Uniti
3
Canada
4
Australia

Chi altro è impegnato? (Organizzazioni internazionali per la privacy)

1
Chi altro è impegnato? (Organizzazioni internazionali per la privacy)
2
Privacy internazionale
3
Associazione internazionale dei professionisti della privacy (IAPP)
4
Lavoro dell OCSE sulla privacy
5
Definizioni di base introdotte dall OCSE
6
OECD privacy principles of national application
7
APEC Privacy Framework e le regole sulla privacy transfrontaliera APEC.
8
Lavoro dell UNESCO sulla privacy

Other useful tools

1
Manuale delle leggi del mondo sulla protezione dei dati di DLA Piper
2
Baker McKenzie lancia il Manuale sulla privacy globale 2018 e lo strumento online
No announcements at this moment.

Be the first to add a review.

Please, login to leave a review